Amilu Farm, la cascina contemporanea secondo F:L Architetti

Designer F:L Architetti
Progetto Amilu Farm
Anno 2020
Città Gassino Torinese (TO), Italia
Tipologia Residenziale
Foto Beppe Giardino

L'edificio, situato a metà della collina di Gassino T.se (Torino), è il risultato di un progetto di sostituzione con ampliamento per la costruzione di una villa unifamiliare con annesso casale. Sul lotto era presente un edificio rurale risalente agli anni '30, modificato e ampliato in epoca successiva, senza significative caratteristiche architettoniche e storiche, che ha comportato la completa demolizione dell'edificio esistente e la costruzione di un nuovo edificio ad uso residenziale e agricolo, costruito in gran parte sull'ingombro della struttura esistente. 

L'obiettivo è stato quello di individuare le aspirazioni del committente sviluppando risposte al suo desiderio di qualità e sostenibilità architettonica, coniugando le esigenze di una fattoria didattica aperta al pubblico con la possibilità di godere dell'intimità nel contesto familiare.

La composizione progettuale della costruzione si basa sull'elaborazione di volumi distinti e collegati tra loro, disposti e orientati secondo l'orografia del territorio. In equilibrio tra tradizione e innovazione, la cascina è stata progettata per un imprenditore agricolo, suo marito e i loro tre figli. 

Lineare e rigoroso, il fronte esterno aperto al pubblico, è un volume puro con texture muraria in mattoni a vista, su cui si inserisce perpendicolarmente un secondo volume sfalsato in mattoni forati, che richiama i fienili delle case coloniche tradizionali e ricreando l'atmosfera tipica dell'"aia". 

Se il volume principale mostra la semplice certezza dell'architettura vernacolare, il corpo dell'area privata con il "minimalismo brutalista" del suo volume in cemento bianco cambia la visione d'insieme dell'edificio: scavando il lato del corpo in laterizio diventa supporto e parte integrante dell'edificio.

Il cemento bianco a vista, struttura e forma plastica dello spazio privato, disegna i suoi contorni e definisce il suo rapporto con gli elementi naturali: sul fronte di questa parte dell'edificio si apre una grande terrazza con la piscina che si affaccia sulla valle coltivata. 

Qui la bio-piscina, che utilizza solo materiali naturali per il suo funzionamento e per il filtraggio dell'acqua, funge anche da serbatoio d'acqua per raccogliere l'acqua piovana e aumentare l'efficienza dell'uso dell'acqua per fornire l'acqua alla fattoria nei periodi di siccità.

L'edificio è composto da 2 piani, dove gli spazi pubblici e privati sono chiaramente separati, le soluzioni spaziali che identificano le funzioni della Villa-Fattoria sono caratterizzate da diverse scelte formali e da una scelta di materiali unica e specifica. I fronti in mattoni e cemento faccia a vista, il legno e la pietra dei pavimenti esterni penetrano all'interno dell'edificio e ne ridefiniscono l'articolazione spaziale, offrendo una connessione materica tra interno ed esterno. 

All'interno della residenza, gli spazi e i volumi riflettono lo stesso concetto utilizzato per l'esterno: uno spazio più intimo per il privato e uno spazio aperto e più conviviale per accogliere gli ospiti, con una zona giorno a doppia altezza e una cucina.

Un impianto fotovoltaico a tetto da 50 Kw garantisce energia e autosufficienza energetica alla residenza e alla fattoria. Le funzioni di riscaldamento della casa sono gestite da dispositivi di riscaldamento a controllo termico come la pompa aria-acqua abbinata ad un camino idronico a legna che distribuisce il riscaldamento attraverso pannelli radianti a pavimento. Tutti questi apparecchi sono collegati e controllati grazie ad un sistema domotico intelligente. Il tema dell'acqua ha avuto una notevole attenzione nella progettazione, sia nel contenimento dei consumi che nel recupero delle acque reflue e di scarico.

Un sistema di fitorimedio gestisce gli scarichi restituendo ai campi nutrizione e irrigazione. Il sogno dei clienti era quello di creare una grande architettura in un contesto naturalistico forte: una casa piena di vita, intima per la famiglia ma sempre aperta agli amici, veramente vivibile all'interno e all'esterno tutto l'anno. Il progetto di Amilu Farm nasce dalla profonda volontà di dialogare con il paesaggio, abbracciandone le diverse componenti attraverso una composizione dialettica ben riconoscibile.

 

  • Non ci sono surface dello stesso designer.
  • Non ci sono surface della stessa azienda.