Villa in Sicilia, un osservatorio sul paesaggio firmato Dap studio

Designer DAP studio
Progetto Villa in Sicilia
Anno 2020
Città Piedimonte Etneo (CT), Italia
Tipologia Villa/Casa di campagna
Foto Lamberto Rubino

Nel paesaggio affascinante della Sicilia nord-orientale, tra agrumeti e cenere lavica, si colloca il progetto di DAP Studio per questo spazio abitativo ad un piano, con ampie vetrate che si aprono sulla natura.

L’intervento progettuale prevedeva inizialmente solo la sistemazione delle aree esterne che circondano la casa padronale al centro della vasta proprietà agricola.

Oltre a ciò, a poche decine di metri, c’era una piscina da ultimare, poggiata su un magazzino-ricovero degli attrezzi parzialmente interrato.

Da qui è nata la proposta di valorizzare questo ambito di risulta per trasformarlo in una dépendance, in uno spazio da vivere o per l’ospitalità. Un intimo rifugio, un osservatorio sul paesaggio.

La fusione tra architettura e natura è alla base del progetto, pochi elementi dal design essenziale hanno la funzione di definire uno spazio interno che mantiene però una forte continuità visiva e materica con il paesaggio circostante.

Il risultato è una piccola abitazione appoggiata sul fianco della collina, con una piscina in copertura e con ampie vetrate che si aprono sulla campagna circostante.

La posizione arretrata delle vetrate genera un patio coperto delimitato da pannelli frangisole che grazie ad un sistema di scorrimento, rotazione e impacchettamento dei moduli che compongono la struttura possono chiudersi, filtrare parzialmente la luce con diverse inclinazioni o aprirsi del tutto.

Il vano tecnico a servizio della piscina (che confina con lo spazio abitativo) è delimitato da un rivestimento fisso in listelli verticali che si integra con il sistema frangisole in modo da generare un fronte continuo.

Lo spazio abitativo è continuo, con pochi elementi che definiscono in modo fluido le diverse aree funzionali, zona giorno e zona notte sono filtrate da elementi in arredo e da pannelli scorrevoli.

Internamente sono stati utilizzati pochi materiali che riprendono quelli presenti all’esterno: il legno come rivestimento a parete e nelle doghe del controsoffitto; la pietra lavica che riveste la parete di fondo, in continuità con i muri a secco esterni; il pavimento in graniglia grigia, che riprende la ghiaia presente nel giardino.

 

  • Non ci sono surface dello stesso designer.
  • Non ci sono surface della stessa azienda.